Cure Estetiche viso e corpo: la Radiofrequenza benefici e controindicazioni

Cure Estetiche viso e corpo la Radiofrequenza

Radiofrequenza: cos’è e come è il suo trattamento

La radiofrequenza sistema di uso terapeutico noto in chirurgia da anni (elettro bisturi, coagulazione, diatermia, ecc …) costituito da una serie di radiazioni elettromagnetiche che oscillano simultaneamente nei campi elettrici e magnetici; ha ora ampliato il suo utilizzo nel campo dell’estetica come nuova alternativa terapeutica per la cellulite e la flaccidità del corpo, la ben nota radiofrequenza per la cellulite e la flaccidità che fà parte delle cure estetiche corpo Torino. Questo trattamento è ideale per le persone che non vogliono sottoporsi a un’operazione e come complemento di una liposuzione.

È una tecnica che implica l’applicazione di energia attraverso la superficie del derma attraverso un riscaldamento profondo e controllato che colpisce la pelle e il tessuto cellulare sottocutaneo, causando una serie di reazioni che favoriscono:

 

– La formazione di nuovo collagene aumentando la temperatura dei fibroblasti , cellule responsabili della sua produzione, sia nella pelle che nel tessuto sottocutaneo, permettendo a tutto il tessuto di acquisire compattezza grazie alla riorganizzazione dei setti fibrosi e ispessimento dermico sovrastante

Il drenaggio linfatico che permetterà di ridurre i liquidi e le tossine in cui sono incorporati gli adipociti del tessuto affetto da cellulite.

La migliore circolazione della pelle e del tessuto sottocutaneo che migliorerà il metabolismo con la conseguente diminuzione della comparsa di buccia d’arancia e flaccidità, producendo al tempo stesso una riduzione volumetrica dell’area trattata.

La migrazione dei fibroblasti che accompagna la risposta infiammatoria dopo il danno termico controllato con retrazione del tessuto e che si traduce in un ringiovanimento dell’area trattata.

Il grande vantaggio e novità che i trattamenti non abrasivi come radiofrequenza sono che rispettano l’epidermide, con il minimo arrossamento della pelle, senza danneggiare il suo strato esterno.

QUANDO SI USA LA RADIOFREQUENZA?

La radiofrequenza è un metodo avanzato per migliorare il lassismo della pelle, senza incisioni o periodo di recupero, trattamento ideale per quelle persone che presentano una leggera flaccidità nella pelle del viso e del collo, ma che non hanno ancora bisogno di eseguire un lifting chirurgico; sebbene possa essere applicato anche per ridurre la flaccidità che si verifica in altri luoghi, come la parte interna delle braccia e delle cosce, dell’addome e dei glutei; e per il trattamento della regione perioculare.

La radiofrequenza può essere combinata con altre tecniche come la luce pulsata intensa, che migliora la struttura della pelle e le piccole macchie e le vene del viso, con peeling chimici, otturazioni, botox …, che devono essere eseguiti in tempi diversi e con una sequenza programmata per ottenere un ringiovanimento facciale integrale.

Procedura e sessioni di radiofrequenza

The radiofrequency ] genera un campo elettrico che cambia da positivo a negativo, che provoca un movimento rotatorio delle molecole che generano calore.

I due tipi di radiofrequenza utilizzati sono il Bipolar che provoca un riscaldamento superficiale della pelle, e Unipolar che produce un riscaldamento nella parte più profonda del derma che agisce sul tessuto adiposo. Poiché l’apparecchio a radiofrequenza ha la testa, l’energia può essere applicata a diverse profondità, e quindi trattare diversi tipi di cellulite, e anche la lassità facciale e altre aree.

La procedura è semplice, e, precedente Durante la sessione, le foto vengono scattate e l’area è contrassegnata da una penna chirurgica. Successivamente viene applicato un olio sulla pelle pulita e l’energia viene applicata introducendola per mezzo di una testa di trattamento che si muove costantemente sulla pelle, evitando così ferite come abrasioni e bruciature sulla pelle.

Una volta terminata la sessione, applicare il gel di aloe vera nelle zone trattate, si consiglia di bere molta acqua dopo la sessione, in quanto aiuterà il risultato finale. Il grande vantaggio di trattare la flaccidità con radiofrequenza è che si può continuare con una vita sociale normale subito dopo il trattamento, e non è nemmeno controindicato prendere il sole, purché sia ​​adeguatamente protetto.

La durata del trattamento varia a seconda dell’area da trattare, tra 25-30 minuti in piccole aree come braccia o addome e 45-50 minuti per aree più grandi come i trocanter (cinghie a cartuccia) per sessione.

El ] il numero di sessioni necessario è variabile e dipenderà dallo stato di ciascun paziente e dal livello della domanda, ma è considerato necessario tra 4 e 6 in facciale (per il doppio mento) e tra 6 e 10 nei trattamenti corpo.

La procedura è ben tollerata e non richiede anestesia, poiché si avverte solo calore e, solo le persone con cellulite molto dolorosa, possono sentire un po ‘di dolore all’attrito della testa in certe zone. [19659010] RISULTATI della radiofrequenza

L’effetto immediato dell’applicazione della radiofrequenza è la retrazione del collagene, con più o meno rapidità a seconda dei casi, ma ciò che si intende raggiungere gradualmente è il ristrutturazione del collagene profondo, con la formazione di nuove fibre che sostituiscono l’invecchiamento e rendono i tessuti più elastici e favoriscono l’omeostasi ottenendo così una pelle più levigata e un’evidente riduzione delle rughe e della flaccidità.

L’effetto della tensione è apprezzato in modo graduale e progressivo dal mese di trattamento, anche se il processo dipende dallo stato in cui si trova il collagene della persona, tra due e quattro mesi post-trattamento, con risultati di solito durano circa due anni.

Una seduta di memoria può anche essere eseguita dopo alcuni mesi, quando il dottore e il paziente lo ritengono necessario.

POSSIBILI EFFETTI INDESIDERATI E CONTROINDICAZIONI della radiofrequenza

] Alla fine del trattamento ci sarà un leggero rossore o edema che scomparirà in un breve periodo di tempo. Raramente ecchimosi si verifica in aree di fragilità capillare.

La radiofrequenza è controindicata nei casi di gravidanza e allattamento, gravi malattie cardiache, disturbi della coagulazione, tessuto connettivo e malattie neuromuscolari, cancro , recenti impianti di collagene, pazienti con protesi metalliche, pacemaker, defibrillatori o cardioverter, o casi di significativo sovrappeso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *