Cosa portare in valigia per la montagna

In montagna, equipaggiamento e sicurezza vanno sicuramente a braccetto.


E’ chiaro che la sicurezza in montagna dipende innanzitutto dal buon senso e dalla capacità di saper riconoscere i propri limiti, ma è altrettanto vero che un’attrezzatura adeguata ci permette di muoverci e operare al meglio rispetto a un equipaggiamento inadeguato.

Per chi va in campeggio o si cimenta in un’attività all’aperto, decidere quale attrezzatura e indumenti portare può sembrare difficile perché il desiderio di viaggiare leggeri si scontra spesso con la necessità di sentirsi sicuri e preparati ad ogni evenienza. Considerando il clima e il tipo di viaggio e attività che si intende affrontare, vi consiglio di fare una lista di tutto l’essenziale da portare, per non dimenticare nulla e al tempo stesso evitare di sovraccaricare lo zaino. Se volete qualche consiglio prendete spunto dalle seguenti liste.

Come prima cosa dovete ricordarvi che il clima in montagna è nettamente più fresco, per non dire freddo. Potrebbero esserci temporali improvvisi e le temperature, di notte, scendono vertiginosamente. Nel fare la valigia, anche se vi sembra una follia perchè in casa state morendo di caldo, mettete dunque un piumino e almeno due felpe pesanti. Ricordatevi che potrebbe piovere quindi anche un ombrello o un impermeabile sono fondamentali. Per una vacanza in montagna ancora più bella non potete non avere delle calze adatte. Sembra una sciocchezza, ma se andate a fare una camminata nei boschi e le scarpe cominciano a sfregarvi sulla pelle del piede, se non indossate le calze adatte potreste incorrere in vesciche e fastidiose bruciature.  Un cappello poi, sebbene a molti di voi, soprattutto le ladies, può sembrare brutto da indossare, è invece fondamentale in montagna, sia per ripararvi dal vento e dal freddo, sia per proteggervi dal sole.

  • K-way (giacca a vento o impermeabile), anche se si parte con una splendida giornata di sole la pioggia puo’ arrivare in pochi minuti e cambiare radicalmente una giornata che sembrava all’insegna del sole cocente.
  •  Pile o maglione: per lo stesso motivo di prima, a volte un impermeabile non basta in quanto la pioggia porta spesso con se un forte abbassamento della temperatura (a volte anche di 10 gradi in poche ore), anche se si cammina e si fa fatica una maglia “da inverno” fa sempre comodo in alta montagna.
  • Cambio di biancheria intima: pioggia e sudore possono essere un problema soprattutto quando ci si trova in quota. Se siamo molto sudati oppure siamo stati investiti da un temporale di passaggio non c’è niente di meglio che un bel cambio veloce in modo tale da evitare malanni.
  • Stringhe o lacci di riserva: a volte basta poco per rompere le stringhe degli scarponi, è bene averne di scorta nello zaino in modo tale da poterle cambiare e continuare senza problemi l’escursione.
  • Bandana o scalda collo: sono l’ideale quando si alza il vento, permettono di evitare spiacevoli mal di gola, inoltre possono essere usati al posto del berretto se fa freddo.L’attrezzatura personale deve essere contenuta nello zaino, elemento indispensabile per fare un’escursione in modo comodo e senza troppa fatica; è necessario portare con sé uno zaino sufficientemente capiente a contenere tutto quanto serve per l’escursione (25-30 litri).
    Ecco alcune cose utili da tenere nello zaino:
  1. Non dovrebbe mai mancare un kit di pronto soccorso
  2. Borraccia per l’acqua (da 1 litro)
  3. Coltellino multifunzione
  4. Occhiali da sole
  5. Maglietta e calze di ricambio
  6. Un paio di sacchetti di nylon per i rifiuti, per riporre la biancheria smessa, per proteggere gli indumenti di ricambio, soprattutto in caso di pioggia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *