Assicurazione sanitaria obbligatoria per viaggiare in Thailandia

Paesaggi incantevoli, isole e spiagge paradisiache ma anche foreste rigogliose, città da scoprire e templi da ammirare. Se la vostra prossima destinazione è la Thailandia vi consigliamo di stipulare l’assicurazione sanitaria prima di partire.

Gli ospedali pubblici thailandesi sarebbero sovraccarichi di turisti stranieri non assicurati e questo costerebbe al paese più di 78 milioni di euro ogni anno.

Per fare fronte a questa spesa consistente, il governo vorrebbe far diventare obbligatoria l’assicurazione sanitaria per tutti gli stranieri che visitano il paese. Le negoziazioni per mettere in atto quest’obbligo devono ancora partire e intanto, tra le idee sul tavolo c’è anche quella di aprire degli uffici che vendano assicurazioni ai turisti appena sbarcati negli aeroporti . Questa misura era già stata discussa nel 2013, ma all’epoca non se ne fece nulla.

Assicurazione medica che viene controllata dall’ufficio immigrazione all’arrivo dei turisti. Senza questo documento i turisti così non potrebbero più entrare in Thailandia. Si tratta di un’idea estrema che potrebbe portare la Thailandia a perdere una buona fetta di mercato ottenuto in questi anni, ma allo stesso tempo permetterebbe al governo di tornare almeno in pari con il debito attualmente atitvo di oltre 123milioni di dollari.

Per ora questa resta solo un’ipotesi, ma è bene tenersi informati se avete intenzione di partire proprio per questa destinazione nei prossimi mesi.

Rischi sanitari in Thailandia –  Uno dei rischi più comuni è l’insorgere della gastroenterite e l’essere esposti ai comuni rischi legati alle condizioni climatiche (come i colpi di calore, le ustioni solari e la disidratazione).

Si consiglia di mangiare carne di volatili e uova solo se ben cotte e non consumare cibi e/o bevande di dubbia provenienza, bere solo acqua e bibite in bottiglia senza l’aggiunta di ghiaccio se non in esercizi pubblici che forniscono garanzie di igiene, dissetarsi con frequenza per prevenire gli inconvenienti legati a fenomeni di disidratazione frequenti nei paesi tropicali.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *